Guido Keller

Di origine svizzera, nasce a Milano il 6 febbraio 1892. Conduce studi irregolari ma la sua grande passione sono gli aeroplani. Nella Prima guerra mondiale è decorato per tre volte con la medaglia d’argento. Fa parte della leggendaria squadriglia di Francesco Baracca. La sua insegna è l’asso di cuori. Dopo la pace, compare accanto a Gabriele d’Annunzio nei giorni in cui si prepara l’impresa di Fiume. Ne diventerà uno dei principali protagonisti. Salutista, nudista, vegano, bisessuale, cocainomane, amante delle beffe, Keller è un vulcano di idee e provocazioni. L’impresa di Fiume lo segna per sempre. Rimarrà un reduce fino alla morte, avvenuta in un incidente automobilistico a Magliano Sabino nel 1929. Nuovi documenti testimoniano le incredibili avventure di Keller negli anni Venti.