Léon Kochnitzky

È stato poeta, musicista, giornalista, critico d’arte, diplomatico. Nato in Belgio da una famiglia cosmopolita e innamorato dell’Italia, durante una vita da instancabile viaggiatore incontra celebri intellettuali del suo tempo, collabora con il governo belga durante le guerre mondiali, affianca d’Annunzio a Fiume, è tra i primi corrispondenti a visitare la Russia sovietica e a descrivere il crepuscolo del colonialismo europeo. Le sue raccolte poetiche e i resoconti delle sue peripezie in Europa, America e Africa sono tra le più raffinate testimonianze dei rivolgimenti globali nella prima metà del Novecento.